FIUGGI - IL VALORE DELLA TESTIMONIANZA AL CENTRO DELLA FUNZIONE RELIGIOSA IN ONORE DI SAN BIAGIO

Rinnovati i momenti principali del programma religioso per la festa del santo patrono della cittą

Il valore della testimonianza di San Biagio, ieri come oggi. L’importanza della coerenza con le proprie scelte di vita, a cui il vescovo di Sebaste improntò la sua esistenza fino al martirio, divenendo così testimone eroico della fede cristiana. Concetti centrali questi, espressi dal neo  Arciprete di Fiuggi, don Raffaele Tarice, nel corso dell’omelia pronunciata durante la celebrazione liturgica nella chiesa di San Biagio, nel giorno dedicato al patrono della città termale. Rimarcato il significato della parola martire, dal greco testimone, ed il valore del sacrificio, in una società, come quella attuale, bisognosa di una riscoperta dei sani principi del vivere civile, di validi modelli di vita e di autentici testimoni a cui ispirarsi. Parole risuonate in una chiesa gremita di fedeli, devoti a San Biagio, che hanno preso parte anche alla tradizionale processione che ogni anno accompagna il busto argenteo del santo dalla chiesa a lui intitolata fino alla Collegiata di San Pietro, nel percorso di ritorno alla sua sede ufficiale, nel giorno della festa. A presiedere alla cerimonia anche le autorità civili e militari di Fiuggi e la banda della città, immancabile nei momenti centrali che caratterizzano il programma civile e religioso dei festeggiamenti in onore del santo, che in passato, come vuole la tradizione, salvò la città e i suoi abitanti dalla sicura distruzione ad opera dell’esercito nemico.    


La redazione (2015-02-06 21:50:59)