ACUTO - COMUNICATO STAMPA DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE SULL'APPROVAZIONE DEL BILANCIO 2013

Approvato dal Consiglio Comunale, con il voto contrario dei Consiglieri di minoranza, il BILANCIO 2013, il Bilancio pluriennale 2013/2015 e i relativi atti collegati. La questione più significativa attinente questo bilancio 2013 è indubbiamente, la scelta dell’Amministrazione di mantenere ancora inalterate, come negli anni scorsi, tutte le tasse e tariffe Comunali nonostante una ulteriore, rilevante, diminuzione dei contributi da parte dello Stato e della Regione. Una scelta difficile, finalizzata a non aggravare la già evidente emergenza economica delle famiglie, e che imporrà ulteriori razionalizzazioni delle risorse e diminuzioni delle spese, sulla scia di quanto già fatto negli scorsi anni, possibilmente senza penalizzare il livello dei servizi offerti ai Cittadini. Rimangono quindi invariate per il 2013 le tariffe dei SERVIZI a RICHIESTA, compresi MENSA e TRASPORTO SCOLASTICO, l’IMU, l’ADDIZIONALE IRPEF,  la TOSAP (occupazione suolo pubblico e pubblicità), la TARSU (tassa sui rifiuti solidi urbani). Per questa ultima la legge prevedeva la possibilità di sostituirla con la TARES con l’obbligo per il Comune di coprire il 100% dei costi del servizio comprensivi  dei costi indiretti (uff. Tributi, uff. Tecnico ecc…in quota parte); Per questo motivo l’applicazione della TARES avrebbe comportato per i contribuenti un costo aggiuntivo per circa 60.000 € complessivi, con conseguenti, notevoli aumenti per le famiglie più numerose e aumenti  esorbitanti, dal 300% al 600%, per le utenze produttive, ricettive e commerciali. Per evitare questo ulteriore aggravio sui contribuenti, l’Amministrazione ha scelto sia di mantenere l’applicazione della TARSU sia di confermare, anche per questa tassa, le tariffe 2012. La scadenza per il pagamento del saldo di questo tributo è stata fissata al 15 Febbraio. Il Consiglio Comunale ha inoltre approvato il programma delle Opere Pubbliche, il piano delle alienazioni, la individuazione delle zone non metanizzate, e il regolamento sul procedimento amministrativo e sul diritto di accesso ai documenti amministrativi. In apertura di seduta il Sindaco aveva riferito sull’iter della costituzione dell’ATEM FR 1 per la gestione del servizio di distribuzione del Gas Metano, sulla disponibilità, ancora non ufficializzata, del Comune polacco di Boleslawiec a gemellarsi con Acuto-Vallecorsa, sulla richiesta inoltrata al Demanio per l’acquisizione dei beni demaniali insistenti sul territorio comunale (pista ciclabile ed ex stazioni), sulla concessione al Comune, in comodato d’uso gratuito, di 4 quadri di Umberto De Grandi, da parte del figlio Stefano. 


La redazione (2013-12-02 12:25:19)