FROSINONE - L'ANNIVERSARIO DELLA GRANDE GUERRA CELEBRATO DALLA PREFETTURA ATTRAVERSO IL CINEMA CON ''IL VENTRE DELLE TRINCEE''

Conclusa con una pellicola di Rosi la rassegna di film curata dal noto storico e critico cinematografico Massimo Cardillo

Pagine tragiche ed indelebili della nostra storia affidate al potere evocativo ed  emozionale del cinema, al racconto di quattro pellicole per non dimenticare il dramma della Prima Guerra Mondiale, a cento anni di distanza da quei dolorosi eventi. Anniversario che la Prefettura di Frosinone ha voluto, dunque, celebrare con una rassegna cinematografica, affidata nella programmazione e nel commento al noto storico e critico cinematografico Massimo Cardillo. A lui il compito di presentare i quattro film, di registi italiani e stranieri, della rassegna intitolata “Il Ventre delle Trincee”, che ha ottenuto la concessione del logo ufficiale delle Commemorazioni del centenario della Prima Guerra Mondiale dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. A concludere il ciclo di film, presentati nella Sala Purificato del Palazzo della Prefettura, “Uomini contro” di Francesco Rosi; un racconto, avversato per anni, della follia della guerra, dell’inadeguatezza degli armamenti dell’esercito italiano, del sacrificio di migliaia di giovani vite, della tragica esperienza di soldati stremati dal prolungarsi dei combattimenti di una guerra estrema di trincea. Un dramma che sconvolse l’intera Europa, letto in chiave malinconica e critica dal cinema, con il suo linguaggio immediato e profondo, scelto anche dal Prefetto di Frosinone, Emilia Zarrilli, con l’intento di avvicinare, con finalità culturali e didattiche, i cittadini e, in particolare, i giovani alla storia del proprio Paese.


La redazione (2015-03-10 16:28:12)