FROSINONE - SOTTOSCRITTO IL PROTOCOLLO D'INTESA PER ATTUARE IL 'CONTRATTO DI FIUME'

Enti locali, mondo accademico ed associazioni insieme per riqualificare e tutelare il fiume Cosa

 Un fiume da tutelare e da riqualificare il Cosa, il corso d’acqua che attraversa sette comuni del frusinate e per oltre 13 chilometri la città di Frosinone. Un bene ambientale per il futuro del quale presto convergeranno gli sforzi di sette amministrazioni locali (Frosinone, Collepardo, Guarcino, Vico nel Lazio, Alatri, Veroli e Ceccano), della  XII Comunità Montana “Monti Ernici”, dell’Università degli Studi di Cassino, della Rete scolastica territoriale “Il fiume Cosa da problema a risorsa” e del Coordinamento delle associazioni per il parco urbano del fiume Cosa. Enti, mondo accademico ed associazioni tutti coordinati dall’Amministrazione Provinciale che avrà un ruolo di regia. Sottoscritto, intanto, da tutti i soggetti coinvolti il Protocollo d’intesa per l’attuazione del “Contratto di fiume”, che consentirà di avviare interventi di manutenzione diffusa del territorio mediante il monitoraggio continuo e la prevenzione dei fenomeni di dissesto, che permetterà di intraprendere opere per ridurre l'inquinamento del fiume e per il riequilibrio ecologico del bacino idrico dell'area interessata. Interventi fondamentali anche per promuovere lo sviluppo socio-economico di quest’area della provincia in senso turistico e culturale nel pieno rispetto dell’ambiente. Iniziative da tempo sollecitate dalla cittadinanza e dalle associazioni, che ora vigileranno affinché dalle parole si passi ai fatti per salvaguardare un territorio e i suoi luoghi, troppo spesso abbandonati all’incuria e al degrado.


La redazione (2011-02-06 14:36:22)