FROSINONE - GIANMARCO TOGNAZZI AL SATURNO INTERNATIONAL FILM FESTIVAL

Ricordato Ugo Tognazzi, la sua grande capacitÓ di interpretare ruoli differenti, sia comici che drammatici

L’uomo, il tifoso, ma soprattutto il grande attore capace di cogliere ed interpretare il cambiamento nel cinema e nel teatro, mettendosi sempre in discussione nei ruoli più disparati, sia comici che drammatici. Questo Ugo Tognazzi nel ricordo del figlio Gianmarco e di Ernesto G. Laura, direttore artistico del Saturno International Film Festival, rassegna dedicata al film storico e al rapporto fra cinema e storia, giunta alla sesta edizione con una settimana di proiezioni, incontri e seminari, che per il primo anno si sono tenuti a Frosinone e a Ceccano. Proprio nel capoluogo, presso la Villa comunale, si è svolto l’incontro con Gianmarco Tognazzi in occasione della proiezione di frammenti video dal set del film “Ultimo minuto” di Pupi Avati, con Ugo Tognazzi nel ruolo di manager di una squadra di calcio di serie A, tra le ultime in classifica con problemi finanziari ed altre difficoltà. Uno spaccato realistico dell’ambiente calcistico e dei suoi retroscena, sapientemente interpretato da Ugo Tognazzi, ricordato dal figlio a venti anni dalla morte anche per la sua grande passione in cucina e per la sua propensione a sperimentare sempre nuove ricette. Un uomo di grande intelligenza, come lo definì Pasolini, ricordato proprio mentre a Cremona e a Velletri, città la prima in cui è nato e l’altra in cui è vissuto, si chiudono due strutture pubbliche intitolate proprio a Tognazzi. Decisioni stigmatizzate dal figlio e dai presenti alla serata, segnali preoccupanti di un periodo in cui sempre più spesso viene calpestata la memoria di chi fatto grande l’Italia. Memoria, al contrario, che deve essere difesa e conservata nel tempo, come più volte ribadito nel corso dell’incontro e delle altre giornate del festival, dedicate quest’anno ai 150 anni dell’Unità d’Italia.


La redazione (2010-11-12 21:04:26)