SPECIALE ROMA - ASSEGNATI I RICONOSCIMENTI DEL PREMIO NAZIONALE RICERCA NEL MISTERO

Tra i premiati lo studioso Giancarlo Pavat per i suoi studi sul 'Cristo nel labirinto'

Ricerche affascinanti, studi in grado di mettere in discussione tesi finora considerate inoppugnabili, consolidate in ambito accademico. Indagini sulle diverse tematiche legate al mistero, agli aspetti ancora sconosciuti del sapere, a cui la Eremon Edizioni, in collaborazione con Terra Incognita Magazine e con il supporto della rivista  Fenix, diretta da Adriano Forgione, ha voluto assegnare un riconoscimento, istituendo il “Premio Nazionale per la Ricerca nel Mistero”, consegnato presso l’Hotel Mercure di Roma. Assegnati premi della giuria ed altri riconoscimenti sulla base del voto del pubblico. Il primo premio della giuria è andato agli studi sulle possibili origini nordiche dei poemi omerici dell’Iliade e dell’Odissea, compiuti dall’ingegnere Felice Vinci. Premiate anche le ricerche su Atlantide, sul Codice Voynic e sui Templari. Ospite d’eccezione la dott.ssa Barbara Frale, archivista del Vaticano, insignita di un premio della giuria per i suoi studi sull’Ordine del Tempio. Un riconoscimento speciale è stato conferito anche allo studioso Giancarlo Pavat, autore delle ricerche sul noto affresco del “Cristo nel labirinto”, che tanto interesse stanno suscitando nel mondo accademico d’oltralpe. Un omaggio non solo al ricercatore ma anche al territorio di Alatri e del frusinate, celebrato per l’eccezionale patrimonio artistico, culturale ed archeologico, non adeguatamente indagato e valorizzato. Terra anche di appassionati del mistero e di ricercatori che, come Giancarlo Pavat ed Ornello Tofani, premiato anch’egli a Roma, cercano di riabilitare l’immagine della terra ciociara, troppo a lungo compromessa da facili ed offensivi stereotipi.  


La redazione (2012-03-06 21:33:21)