SPECIALE LATINA - 60^ RADUNO NAZIONALE DEI BERSAGLIERI

Una cittą in festa per l'arrivo di circa 30mila fanti piumati da tutta Italia

Hanno conquistato bambini ed adulti con il loro intramontabile fascino i 30mila bersaglieri, in servizio e in congedo, che hanno sfilato per le vie di Latina per il 60° Raduno nazionale. Con il loro inconfondibile passo di corsa, a ritmo di musica, ed il tradizionale cappello piumato hanno entusiasmato il pubblico, che, nonostante il caldo torrido, ha accolto con stima e simpatia i militari e gli appartenenti all'Associazione nazionale bersaglieri, provenienti da tutta Italia. Un'accoglienza festosa e sentita, che anche le autorità locali hanno voluto tributare ai bersaglieri, in segno di riconoscenza per il loro operato nelle diverse aree di crisi, "riscuotendo l'ammirazione dei colleghi dei paesi alleati e la riconoscenza delle popolazioni interessate", come ha evidenziato nel messaggio indirizzato al presidente dell’Associazione nazionale bersaglieri, generale Marcello Cataldi, il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il quale ha definito i bersaglieri i rappresentanti dei valori più nobili della militarità: generosità, coraggio e vitalità. Ad omaggiare i bersaglieri, indossando il caratteristico cappello piumato, aprendo la sfilata a passo di corsa, la Governatrice del Lazio, Renata Polverini, il sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi, ed altre autorità civili e militari, accompagnati dal Presidente dell’Associazione nazionale bersaglieri e dall’entusiasmo di una città, scelta da alcuni anni per ospitare importanti raduni nazionali. Una festa in grande stile quella regalata alla città, anche con il sorvolo sul corteo degli aerei della 1° quadra Aerea dell’ Associazione Nazionale Carabinieri Sabaudia 147, ma anche una celebrazione dei valori di solidarietà, amicizia e di unità di cui da sempre i fanti piumati sono portatori.


La redazione (2012-06-23 22:39:11)