FIUGGI - DOPO IL RINVIO IL CONCERTO E I GIOCHI POPOLARI CHIUDONO I FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI SAN BIAGIO

Domenica 9 febbraio, nel pomeriggio, l'appuntamento in Piazza Trento e Trieste

Ultime ore prima della chiusura ufficiale dei festeggiamenti in onore di San Biagio, dopo che il maltempo dello scorso 3 febbraio aveva costretto a rinviare le manifestazioni previste nel programma civile della festa per il santo patrono. La città si prepara, dunque, a prendere parte ai giochi popolari e al concerto in Piazza Trento e Trieste nel pomeriggio di domenica 9 febbraio. Attesa una nutrita partecipazione come quella registrata in occasione della tradizionale accensione delle Stuzze, funestata dalla pioggia incessante, e delle funzioni religiose che si sono susseguite nel giorno dedicato a San Biagio, il 3 febbraio. Fortemente sentita la devozione per il patrono, che ha richiamato, nella piccola chiesa intitolata al santo vescovo, molti fedeli, riunitisi assieme ai membri della Confraternita del SS. Sacramento e dell’Immacolata Concezione, per rinnovare l’antico legame di fede e la tradizionale unzione della gola con l’olio benedetto durante la celebrazione eucaristica, in ricordo del miracolo operato da San Biagio nei confronti di un giovane, il quale rischiava di morire soffocato a causa di una lisca di pesce che gli si era conficcata nella trachea. Un gesto denso di significato per il cristiano, chiamato a rinnovare con tale segno il ricordo della propria unzione con il Sacro Crisma nel Battesimo e nella Confermazione e non un rito magico, scaramantico, come ha evidenziato nel corso dell’omelia don Luigi Battisti, richiamando tutti a riscoprire le radici profonde della propria fede e a viverla nella realtà quotidiana della propria esistenza.


La redazione (2014-02-08 20:25:37)