FRUSINATE - LA VETRINA DELLA BIT DI MILANO PER IL PROGETTO 'VIA SANCTI BENEDICTI'

Pubblichiamo il comunicato stampa diramato dalla Provincia di Frosinone

Una vetrina d’eccezione come la Bit di Milano, la Borsa Internazionale del Turismo, ha inaugurato l’anteprima di uno straordinario progetto che insiste sulla cultura e sulla storia della provincia di Frosinone quale strumento di crescita e di sviluppo: la via Sancti Benedicti.
Una particolare e accattivante poster, infatti, e l’intero percorso su supporto informatico, sono visibili all’interno dello stand della Camera di Commercio di Frosinone, in questi giorni presente all’importante rassegna internazionale di Milano insieme alla Camera di Commercio di Roma, per pubblicizzare la straordinaria iniziativa di turismo religioso che evoca nel potenziale fruitore il nome di uno dei santi fondatori della storia e del pensiero occidentale, intimamente legato alla nostra terra, San Benedetto da Norcia, patrono d’Europa.
Attraverso l’impegno del Cai di Alatri, la Provincia di Frosinone ha realizzato, con fondi messi a disposizione dalla Regione Lazio, interventi di ripristino e di transitabilità dell’antico tragitto che San Benedetto intraprese tra il 525 e il 529 per recarsi a Cassino, sul monte che sovrasta la città martire, dove fondò quello che ancora oggi è uno dei fari della cristianità, l’Abbazia di Montecassino.
Nel percorso turistico che parte da Subiaco ed è lungo 150 Km, sarà possibile toccare sette importanti monumenti religiosi: Santa Scolastica ed il Sacro Speco a Subiaco, la Certosa di Trisulti, la Badia di San Sebastiano ad Alatri, l'Abbazia di Casamari, l'Abbazia di San Domenico a Sora e l'Abbazia di Montecassino.
Ma la particolarità di questa iniziativa consiste nel fatto che oltre all’aspetto religioso, “Il Cammino delle Abbazie” permette agli amanti della camminata di scoprire, immergendosi in essa, la realtà storica, artistica e religiosa di un territorio ad alta concentrazione di testimonianze di valore come pochi altri luoghi in Italia ed in Europa. 
Il Cammino, infatti, è sviluppato in molteplici tappe in luoghi di enorme valore storico-turistico (Subiaco, Villa di Nerone-Altipiani di Arcinazzo; Altipiani di Arcinazzo-Guarcino; Guarcino-Collepardo; Collepardo-Veroli; Veroli-Monte San Giovanni Campano; Monte San Giovanni Campano-Arpino; Arpino-Casalvieri; Casalvieri-Colle San Magno; Colle San Magno-Abbazia di Montecassino), più diverse varianti, (Altipiani di Arcinazzo-Campocatino; Campocatino-Collepardo; Casalvieri-Roccasecca e Roccasecca-Abbazia di Montecassino). Il percorso e le tappe che lo costituiscono sono state pensate tenendo conto delle possibilità di pernottamento alberghiero o extra-alberghiero e mettendo in risalto i pregevoli diversi ambienti naturali toccati.
A breve, si pensa proprio in occasione dei prossimi festeggiamenti in onore del patrono d’Europa, l’importante progetto verrà inaugurato ufficialmente e il percorso potrà essere completamente fruito dai potenziali turisti.
“Siamo molto orgogliosi di avere potuto utilizzare la vetrina della Bit di Milano per lanciare in anteprima il progetto della “Via Benedicti” – ha dichiarato l’assessore Abbate - Un progetto fortemente voluto dall’amministrazione provinciale di Frosinone, e dal mio assessorato in particolare, nella convinzione che la cultura, la storia, la tradizione, offrano la migliore occasione per superare la crisi e rilanciare anche l’economia di questo territorio. Un ringraziamento al presidente Pigliacelli per averci ospitato nello stand della Camera di Commercio: soltanto un’azione di rete e di sinergia, infatti, può facilitare qualsiasi programma di rilancio”.
 


La redazione (2013-02-22 10:28:18)