TREVI NEL LAZIO - IL PAESE SI DOTA DI UN LABORATORIO DI MARKETING TERRITORIALE

La decisione si collega allo sviluppo del progetto di e-Government, denominato BORGHIMARK

 

Dopo Piglio e Acuto e molti altri Comuni dell’Associazione SER.A.F., anche Trevi nel Lazio si dota di un  Laboratorio di Marketing Territoriale. Esso viene realizzato nel centro storico della cittadina, nei locali adiacenti alla Sala San Pietro. Per i giovani del territorio ciò costituisce un’occasione straordinaria per professionalizzarsi e affiancare l’impegno assunto dagli amministratori comunali nella valorizzazione e nella promozione del territorio. La decisione scaturisce in connessione con lo sviluppo del progetto di e-Government, denominato BORGHIMARK, che i comuni di Acuto, Piglio, Paliano, Torre Cajetani, Trevi nel Lazio, Villa Santo Stefano e Patrica stanno conducendo in seno e con l’assistenza dell’Associazione SER.A.F. (www.associazioneseraf.it) a cui aderiscono e con le risorse economiche della Regione Lazio. Il progetto punta alla valorizzazione su web dei “borghi” del Lazio, a cominciare da quelli dei Comuni aderenti all’Associazione. In questo ambito, gli amministratori hanno convenuto di sviluppare un programma di formazione-interventoâ, con l’obiettivo di diffondere nella comunità locale una maggiore sensibilità sul marketing territoriale e di formare al riguardo alcuni dei giovani del territorio.

Al programma che è stato predisposto per loro hanno aderito 28 giovani. Con soddisfazione dell’Amministrazione comunale, numerosi sono i giovani provenienti da Trevi nel Lazio. Nel workshop del 15 marzo, l’Assessore al turismo, ambiente e territorio, Vincenzo Cecconi, e l’Assessore alle politiche giovanili, sociali e all’istruzione, Michela Anzidei, hanno accolto i giovani provenienti dai diversi Comuni, ospiti di Trevi nel Lazio e hanno dato il senso dell’iniziativa:“Con questa iniziativa – ha detto Cecconi- abbiamo pensato di offrirvi un’opportunità importante, in un momento particolarmente difficile come questo. I giovani infatti oggi non possono più pensare di stare fermi, ma devono combattere e impegnarsi a fondo per trovare la propria strada. Da parte dell’Amministrazione,  stiamo lavorando ad attività che garantiscano ai giovani opportunità come queste ed in particolare abbiamo un impegno specifico sul turismo, perché pensiamo che possa rappresentare una via fondamentale per sviluppare l’occupazione in questi territori. Trevi nel Lazio ha un borgo molto antico, addirittura preromano risalente al popolo degli Equi, ma non possiamo pensare ad un’offerta turistica di singoli comuni. Dobbiamo concentrarci piuttosto sul territorio ed è questo proprio che intende fare il progetto BORGHIMARK, che abbiamo potuto realizzare grazie alla nostra adesione all’Associazione SER.A.F., cui va un particolare ringraziamento perché sta portando innovazioni importanti sul territorio, con la perseveranza e la tenacia che è necessaria in questi casi.

Quando il programma formativo sarà ultimato, anche il Laboratorio di Marketing territoriale di Trevi nel Lazio sarà pronto e si unirà “in rete” con quelli in via di ultimazione a Piglio e Acuto e con gli altri già realizzati in molti altri Comuni aderenti a SER.A.F. Proprio qualche giorno fa, il 14 di marzo, il presidente di SER.A.F., Domenico Iacovella (sindaco di Piedimonte San Germano) ha illustrato il disegno strategico della “Rete dei Laboratori” nel Convegno organizzato presso UNICAS Orienta. Essi sono un luogo di incontro, di professionalizzazione, di orientamento per lo studio e per il lavoro, ma sono anche un luogo dove maturare una diffusa cultura civica e la voglia di un impegno diffuso per far crescere nuove opportunità di sviluppo locale e occupazione, a partire dalle ricchezze che il territorio può offrire.


La redazione (2013-03-19 12:07:28)