REGIONE LAZIO - LEGAMBIENTE PLAUDE ALL'AVVIO DELL'ITER PER LA LEGGE REGIONALE SULLA GESTIONE PUBBLICA DELL'ACQUA

Auspicata l'istituzione di un tavolo con l'Assessore all'Ambiente Refrigeri allargato a comitati e associazioni

 
È molto importante che la Regione Lazio abbia avviato l'iter per l'approvazione della nuova legge regionale per l'acqua a partire dal testo presentato dai movimenti per l'acqua e da diversi Comuni del Lazio - ha dichiarato Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio, dopo l'audizione presso la Commissione Ambiente della Regione Lazio-. La legge per la gestione pubblica dell'acqua e l'abolizione del capitale investito nella tariffa del servizio idrico integrato è un atto dovuto per rispettare gli oltre 2,5 milioni di cittadini laziali che si sono espressi nel referendum di due anni fa.”

Legambiente chiede che venga avviato presto un percorso partecipativo di discussione della legge a partire dal testo proposto dal Coordinamento che enuncia bene i principi di tutela, gestione e governo delle acque. In questo contesto rilancia la proposta di istituire un tavolo con l'Assessore all'Ambiente Refrigeri allargato a comitati e associazioni con istanze e proposte che portino alla definizione definitiva del testo di legge.

Servono gestioni pubbliche e partecipate che migliorino il servizio invece di aumentare le tariffe -ha concluso Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio-. L'acqua deve essere un bene garantito a tutti i cittadini, a questo proposito può essere molto utile l'indagine conoscitiva sulla qualità e la depurazione della nostra rete idrica proposta, visto anche quanto sta accadendo in questi mesi sull'arsenico nel viterbese.


La redazione (2013-07-05 13:01:46)