Martedì 21-11-2017

ANCE Lazio - La scuola e gli edifici scolastici visti dagli studenti


 
 
Si è svolta presso la sede di Ance Napoli la premiazione del concorso di idee
“MacroScuola” organizzata dal Gruppo Giovani ANCE Campania con il Gruppo Giovani
ANCE Lazio.
Il progetto, lanciato dai Giovani Imprenditori di Ance nazionale, ha proposto un nuovo
rapporto con la realtà scolastica, stimolando gli studenti a proporre progetti relativi alla
propria scuola ideale mediante l’utilizzo di nuove tecnologie.
Sono emersi progetti che descrivono scuole dotate di spazi verdi, sicure ed
energeticamente efficienti, dotate di tecnologie per l’apprendimento e per le attività
sportive e ricreative.
Sono stati coinvolti circa 600 studenti delle scuole primarie e secondarie di Lazio e
Campania che sono riusciti a formulare interessanti proposte progettuali e riflessioni sulla
adeguatezza degli edifici scolastici.
“Il concorso si è concluso nei migliori dei modi, dopo un gran lavoro di squadra, che ci ha
portato a visitare tutti gli istituti scolastici coinvolti nel progetto, incontrando gli studenti –
ha dichiarato il presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Ance Lazio Fabrizio
Dell’Uomo - Abbiamo apprezzato l’entusiasmo degli studenti che si sono cimentati nel
concorso di idee con ottimi risultati, evidenziando la consapevolezza che un ambiente
scolastico adeguato, oltre a garantire la sicurezza di tutti gli utenti, è in grado di migliorare
l’apprendimento e l’insegnamento. Il Bando MacroScuola ha fornito una preziosa
opportunità di collaborazione e dialogo tra scuola e sistema produttivo. Come Gruppo
Giovani Imprenditori di Ance crediamo fermamente nella formazione e in un dialogo
sempre più stretto tra scuola ed il mondo dell’imprenditoria, anche per condividere i temi
della sostenibilità ambientale, della sicurezza e della gestione del territorio.
Ritengo necessario sottolineare che, secondo i dati Ance – continua Dell’Uomo - un terzo
degli edifici scolastici del nostro Paese sarebbero da “rottamare”, mentre circa l’11% risulta
assolutamente inefficiente dal punto di vista energetico.
Infine oltre la metà di questi fabbricati è stata realizzata prima della entrata in vigore della
normativa antisismica per le nuove costruzioni e molti di questi sorgono in aree a forte
rischio idrogeologico” - Tutte considerazioni che dobbiamo affrontare con impegno e
responsabilità. Il progetto verrà replicato il prossimo anno ed esteso, grazie alla adesione
di altre Regioni che intendono prendere parte al concorso”
Un plauso all’Istituto Comprensivo Frosinone Quarto, secondo classificato alla finale del
concorso.

La redazione (2017-06-01 06:49:19)