Martedì 18-09-2018

FROSINONE - PRESENTATO IL SERVIZIO DI BIKE SHARING IN CITTA' ATTIVO DA NOVEMBRE


Il sistema di mobilità urbana a Frosinone si prepara a voltare pagina, sulla scia delle esperienze maturate in altre parti d’Italia e d’Europa, con l’attivazione del servizio di bike sharing, attivo dal prossimo 12 novembre. Cinquanta biciclette pubbliche, distribuite su cinque ciclo-stazioni in altrettanti punti della parte bassa della città capoluogo: stazione ferroviaria, Campo Coni, parcheggio dell’ascensore inclinato, Villa Comunale e Madonna della Neve. Per poter usufruire del servizio, presentato dal sindaco Michele Marini e dall’assessore alla Mobilità e Trasporti, Maurizio Ciotoli, nel corso di una conferenza stampa, occorrerà munirsi di una tessera elettronica personale ricaricabile, sottoscrivendo un abbonamento presso l’ufficio sito nella Villa Comunale. L’uso da parte di ogni singolo utente sarà consentito fino ad un massimo di quattro ore, con la prima mezz’ora gratuita e le successive al costo di 50 centesimi di euro. La circolazione interesserà tutta la città, con la possibilità di riconsegnare la bici in qualsiasi colonnina libera del circuito delle ciclo-stazioni, come è stato illustrato durante la conferenza presso la Villa Comunale, a cui hanno preso parte anche il responsabile del Centro Ricerche Ambiente e Sostenibilità di Roma Guglielmo Bilanzone, l’amministratore della società di Torino fornitrice del sistema, Gianluca Pin, ed il responsabile dell’Ufficio Qualità Urbana e Mobilità del Comune di Frosinone, Pio Porretta. Ribadito più volte l’obiettivo del nuovo servizio, realizzato dal Comune capoluogo con il Ministero dell’Ambiente: contribuire alla riduzione del traffico e dell’inquinamento atmosferico, vera spina nel fianco della città alle prese con continui sforamenti delle polveri sottili. Un contributo che sarà realmente possibile solo attraverso una campagna di promozione dell’uso alternativo della bicicletta e con la creazione delle condizioni necessarie per girare in città in sicurezza, come evidenziato da più parti, con piste ciclabili collegate tra loro. Opere che si stanno ultimando e alle quali si aggiungerà una ulteriore pista per collegare le cinque ciclo-stazioni, come hanno tenuto a specificare gli amministratori comunali.


La redazione (2011-10-30 11:27:20)