ALATRI - LA CITTA' VISITATA DA DUE PROFESSORESSE SVEDESI INTERESSATE ALL'AFFRESCO DEL CRISTO NEL LABIRINTO

Annunciato dalla soprintendenza l'avvio del restauro dell'opera che sarÓ verosimilmente terminato in primavera


Cresce di giorno in giorno l’interesse di studiosi ed appassionati nei confronti dell’affresco del “Cristo nel labirinto”, ad Alatri. La conferma nella recente visita nella città ernica di due docenti universitarie svedesi, esperte di storia dell’arte e di storia medievale, richiamate ad Alatri dalle profonde similitudini dell’affresco alatrense con un labirinto affrescato su una parete nella chiesa svedese di Grinstad. Analogie evidenziate nella ricerca condotta nel 2010 dallo studioso Giancarlo Pavat e confermate nel corso della visita di quest’ultimo in Svezia la scorsa estate. Uno studio che lascia presagire importanti sviluppi sul significato e sull’origine dell’affresco di Alatri anche alla luce di un documento, noto alle due professoresse e presentato nel corso di un incontro organizzato presso la biblioteca della città ernica, in cui compare un’immagine con una figura regale inginocchiata, in segno di reverenza, di fronte ad un labirinto, del quale però rimane solo un frammento esterno e non la parte centrale, dove verosimilmente doveva essere raffigurata la divinità. Un’immagine che, seppur lacunosa, basterebbe a ricondurre nell’alveo del cristianesimo il significato del labirinto come allegoria del percorso che conduce il fedele a Cristo, come ha sottolineato la professoressa Cecilia Hedbor. Un’interpretazione dunque ortodossa, che solo il prosieguo degli studi potrà confermare o rigettare; intanto per l’affresco di Alatri è iniziato da alcune settimane l’iter per il restauro conservativo da parte della Soprintendenza del Lazio. A parlarne la dott.ssa Graziella Frezza, la quale, rispondendo a chi sulla stampa locale aveva messo in dubbio l’utilità del restauro e la competenza di chi deve eseguirlo, ha voluto precisare che si tratta di un intervento necessario oltre che urgente, visto lo stato in cui versa l’affresco, e ha difeso l’elevata professionalità dell’impresa incaricata dei lavori.


 

La redazione (2011-10-14 20:45:54)